[VIDEO SHOCK] Sentirsi male in strada. Quanto conta l’abbigliamento…

L’abito fa sempre il monaco, e le apparenze sono fondamentali nel permetterci di giudicare le persone che ci stanno attorno. L’ennesima conferma di questa verità arriva da un video pubblicato su Youtube dal canale NorniTube: una sorta di candid camera che vede protagonisti due individui, l’uno vestito come un clochard e l’altro in giacca e cravatta, che in mezzo alla strada simulano un malore.
barbuns
Un esperimento sociale che mette in evidenza quel che sarebbe facile immaginare: il finto clochard rimane per diversi minuti a terra senza che nessuno senta il bisogno di intervenire o accertarsi delle sue condizioni, nonostante le ripetute richieste di aiuto; l’uomo in giacca e cravatta, invece, una volta accasciatosi al suolo suscita da subito l’attenzione dei passanti, che si fiondano su di lui per prestargli i primi soccorsi.

barbuns2
Un video che intende proporsi come una dimostrazione dei pregiudizi che caratterizzano i nostri comportamenti nella vita di tutti i giorni: pregiudizi che, tuttavia, sono fondamentali per permetterci di vivere in sicurezza ed evitare pericoli. Insomma, senza ipocrisie, chi di noi preferirebbe attraversare una strada popolata unicamente da mendicanti e senzatetto invece che una strada in cui passeggiano solo persone eleganti, vestite con giacca e cravatta?

Ciò non toglie, naturalmente, che qualsiasi persona che dimostri di stare male debba immediatamente essere aiutata e soccorsa, a prescindere dal suo aspetto fisico e dai suoi vestiti: il rispetto per il prossimo dovrebbe essere sempre fondamentale, al di là delle apparenze.

Il video:
[wpvl source=”https://www.youtube.com/watch?v=iPGwzEy4AaM” image=”http://www.ma-che-oh.it/wordpress/wp-content/wpvl/a58cbccaeaccce0560c7d047514ecbe2.jpg”]